Federazione Italiana Lavoratori Trasporti

banner
Pensioni saperne di più

Pensioni saperne di più

Dipartimento Diritti

…PENSIONI SAPERNE DI più 

Dal 2010 ad oggi ci sono state molte riforme previdenziali e, di fatto, i lavoratori hanno visto allontanarsi sempre di più l’età in cui andare in pensione. La riforma Berlusconi prima, la riforma Fornero del 2012, gli aumenti Istat per l’aspettativa di vita, ora anche la legge di stabilità nel suo articolato influisce sul regime previdenziale. Tutti questi provvedimenti fanno sì che poco ci si raccapezzi.

Di seguito riportiamo alcune notizie utili per rispolverare un po’ le norme in materia previdenziale

La pensione di vecchiaia
E’ un trattamento pensionistico erogato al perfezionamento di determinate età anagrafiche alla presenza di una contribuzione di regola non inferiore a 20 anni.
L’età necessaria è fissata a 66 anni per gli uomini (dipendenti ed autonomi) e per le lavoratrici del pubblico impiego; per le lavoratrici del settore privato,invece l’età si innalza fino a divenire parificata con l’età pensionabile tra uomini e donne entro il 2018 (anno in cui i requisiti saranno uguali per tutti). 

Pensione di vecchiaia   Lavoratori dipendenti tutti e lavoratrici dipendenti settore pubblico:

Dal 1° gennaio 2012 al 31 dicembre 2012 66 anni
Dal 1° gennaio 2013 al 31 dicembre 2015 66 anni e 3 mesi
Dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2018 66 anni e 7 mesi**

Pensione di vecchiaia        lavoratrici dipendenti settore privato.

Dal 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2015 63 anni e 9 mesi
Dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2017 65 anni e 7 mesi**
Dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2018 66 anni e 7 mesi

Pensione anticipata

La pensione anticipata è il trattamento previdenziale che può essere conseguito a prescindere dall’età anagrafica. Dal primo gennaio 2015 si consegue con un’anzianità contributiva di 41 anni e 6 mesi per le donne, 42 anni e 6 mesi per gli uomini, con la legge di stabilità sono annullate le penalizzazioni fino al 31 dicembre 2017. 

Pensioni anticipate uomini e donne

Dal 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2015 42 anni e 6 mesi 41 anni e 6 mesi
Dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2018 42 anni e 10 mesi 41 anni e 10 mesi**

Decorrenza pensionistica

Sono state eliminate le finestre mobili, pertanto, la pensione è conseguita il primo giorno del mese successivo al perfezionamento dei requisiti anagrafici e contributivi richiesti.

**Aspettativa di vita
Sono previsti aumenti d’età previdenziale secondo gli aumenti istat sull’aspettativa di vita. L’Istat nel 2016 ha previsto un aumento di 4 mesi il successivo scatterà nel 2019; le tabelle sono già comprensive di tale aumento.