Federazione Italiana Lavoratori Trasporti

banner
Pensioni: firmato il decreto sul part-time in uscita

Pensioni: firmato il decreto sul part-time in uscita

FILT-CGIL  Napoli e Campania

Dipartimento Previdenza

Pensioni: firmato il decreto sul part-time in uscita

E’ stato firmato dal Ministro del Lavoro, il decreto che dà attuazione alla norma introdotta nella legge di Stabilità del 2016 sul part-time agevolato in uscita per i lavoratori ai quali mancano meno di tre anni alla pensione.
La norma si applica ai lavoratori del settore privato – assunti a tempo indeterminato e con tempo pieno – che abbiano versato 20 anni di contributi (requisito minimo per la pensione di vecchiaia) e che maturano il requisito anagrafico entro il 31 dicembre 2018.

I lavoratori interessati potranno concordare col datore di lavoro il passaggio al part-time, con una riduzione dell’orario tra il 40 ed il 60%, ricevendo ogni mese in busta paga, in aggiunta alla retribuzione per il part-time, una somma esentasse corrispondente ai contributi previdenziali a carico del datore di lavoro sulla retribuzione per l’orario non lavorato.

Inoltre, per il periodo di riduzione della prestazione lavorativa, lo Stato riconosce al lavoratore la contribuzione figurativa corrispondente alla prestazione non effettuata, in modo da salvaguardare l’intero importo della pensione quando scatterà l’età per ritirarsi definitivamente dal lavoro.

Per accedere al part-time agevolato, il lavoratore interessato deve richiedere all’Inps – o attraverso i patronati- la certificazione che attesta il possesso del requisito contributivo e la maturazione di quello anagrafico entro il 31 dicembre 2018.

Una volta ottenuta la certificazione da parte dell’Inps, il lavoratore ed l’azienda stipulano un “contratto di lavoro a tempo parziale agevolato” nel quale viene indicata la misura della riduzione di orario.

La durata del contratto deve esser pari al periodo che manca al lavoratore per arrivare alla pensione di vecchiaia.

Il decreto sul cosiddetto “invecchiamento attivo” è stato trasmesso ieri alla Corte dei Conti e diventerà operativo dopo la registrazione.

Napoli, 14.04.2016

Dip. Previdenza Filt-Cgil Campania

PASSWORD RESET

LOG IN