Federazione Italiana Lavoratori Trasporti

banner
Ipotesi di protocollo di intesa fra il Comune di Napoli, ANM e le OO.SS.
,

Ipotesi di protocollo di intesa fra il Comune di Napoli, ANM e le OO.SS.

SHARE
Ipotesi di protocollo di intesa fra il Comune di Napoli, ANM e le OO.SS.

COMUNICATO AI LAVORATORI ANM

SIGLATA L’IPOTESI DI PROTOCOLLO D’INTESA TRA COMUNE DI NAPOLI, ANM E
FILT-CGIL, FIT-CISL, UILTRASPORTI, UGL-FNA, FAISA-CISAL, FAISA-CONFAIL, ORSA E USB

Dopo diversi incontri fra Comune di Napoli, ANM e OO.SS. è stata siglata un’ipotesi di Protocollo che, nonostante il difficile contesto economico, finanziario e gestionale di ANM, aggravato dalla recente Deliberazione della Corte dei Conti, sez. Campania, nei confronti del Comune di Napoli, ha come obiettivo la continuità aziendale, la difesa della natura pubblica di ANM, l’implementazione dell’offerta di servizio, la valorizzazione del lavoro e la salvaguardia dei livelli occupazionali e salariali.

La mobilitazione dei lavoratori e l’impegno delle OO.SS. di categoria e confederali hanno anche consentito l’avvio di una più proficua collaborazione istituzionale tra Comune di Napoli e Regione Campania.

Gli interventi previsti dall’ipotesi di Protocollo sono interessati in particolare a:

1- confermare il capitale sociale;
2- gestire gli esuberi, attraverso:
a) l’utilizzo della NASPI più integrazione salariale riveniente dal Fondo di Sostegno Regionale, per i lavoratori prossimi alla pensione;
b) l’esodo incentivato per i lavoratori con anzianità contributiva utile al pensionamento;
c) la mobilità verso altre partecipate, con le necessarie tutele normative e contrattuali;
d) la riqualificazione, all’interno dell’azienda, di lavoratori verso altri profili professionali;
3- implementare l’offerta di servizi con una maggiore integrazione ferro-gomma-sosta, anche con particolare attenzione alle periferie;
4- riorganizzare i settori della vendita e del controllo dei titoli di viaggio e di sosta, per un forte incremento dei ricavi ed una sensibile diminuzione dell’evasione;
5- rafforzare la manutenzione dei mezzi e delle infrastrutture;
6- programmare investimenti per il rilancio del servizio ed un miglioramento qualitativo dello stesso;
7- annullare gli atti unilaterali dell’azienda e confermare la regolarizzazione delle spettanze arretrate 2016 dovute ai lavoratori.

Nelle prossime ore saranno stabiliti tempi e modalità per una consultazione dei lavoratori sull’ipotesi di protocollo sottoscritta, tale da consentire lo scioglimento della riserva allo stesso entro il 30 ottobre 2017 e, conseguentemente, la relativa applicazione.

Napoli, 20 ottobre 2017 Le Segreterie Regionali

 

scarica il documento di ipotesi (in formato pdf)