Federazione Italiana Lavoratori Trasporti

banner
Comunicato unitario “Stato di agitazione dei lavoratori ex art. 17, c.2, legge 84/94 “
,

Comunicato unitario “Stato di agitazione dei lavoratori ex art. 17, c.2, legge 84/94 “

SHARE
Comunicato unitario “Stato di agitazione dei lavoratori ex art. 17, c.2, legge 84/94 “

AL:

  • Presidente AsDP /MTC Pietro Spirito
  • Segretario Generale Ing. Francesco Messineo
  • Comitato di Gestione
  • Ing. Luigi IAVARONE
  • Gaetano CRISCUOLO
  • C.A.(CP) Pietro VELLA
  • C.V. (c.p.) Giuseppe MENNA
  • C.F. (C.P.) Ivan SAVARESE

Napoli, 4.02.2020

Prot. 261/am

Oggetto: autorizzazione all’esercizio del lavoro temporaneo previsto dall’art. 17, Legge 84/94 — proclamazione dello stato di agitazione dei lavoratori ex art. 17, comma 2, Legge 84/94 dell’AdSP del MTC

Apprendiamo che l’AdSP del M TC ha pubblicato il bando relativo al rilascio della autorizzazione amministrativa all’impresa per la fornitura di lavoro temporaneo nel Porto di Napoli a norma dell’art. 17, comma 2, della legge 84/94.

Le scriventi OOSS, come noto, hanno ripetutamente manifestato un netto dissenso, sia sul metodo che sul merito, rispetto al bando di gara, pubblicato dall’AdSP in indirizzo, per l’autorizzazione all’esercizio del lavoro temporaneo previsto dall’art. 17, legge 84/94.

Le motivazioni del nostro dissenso sul metodo risiedono nella impossibilità oggettiva dell’AdSP di accertare il reale fabbisogno di lavoro temporaneo.

Sul merito riteniamo, senza dubbio, che bandire la suddetta gara senza aver identificato e adottato il Piano Organico del Porto aggiornato, come previsto all’articolo 8, comma 3 lett. s-bis della vigente legge, che continua ad esistere nella sua originaria formulazione nonostante sia stato oggetto di parere negativo in seno al Tavolo di Partenariato, l’amministrazione intende assumere decisioni unilateralmente, ivi compresi i licenziamenti dei lavoratori che esuberano dal bando di gara stessa.

Il bando così come redatto mortifica e non mette in sicurezza il lavoro portuale che in questi anni proprio a causa della mancata adozione degli strumenti previsti dalla legge a sua tutela, quali il Piano Organico e il Piano di intervento, ha registrato grandi sofferenze con un ricorso continuo all’IMA, quindi con aggravio di oneri per le casse dello Stato.

Gli articoli 17 rimangono per noi elementi di grande importanza per la funzionalità dei porti, così come avviene in tutti i porti del mondo; essi sono gli strumenti a garanzia della flessibilità che, nonostante le evoluzioni in corso, saranno sempre centrali nelle organizzazioni del lavoro.

Tanto premesso, le scriventi OO.SS., nel ribadire, per le motivazioni tutte innanzi esposte, il netto dissenso rispetto a quanto riportato nel bando di gara e nello stigmatizzare i comportamenti dell’AdSP reiteratamente lesivi delle relazioni sindacali, chiedono l’immediata sospensione del bando di concessione per il lavoro temporaneo portuale ex. Art. 17, Legge 84/94.

A partire dal 05.02.2020, le scriventi OO.SS. proclamano, a sostegno delle rivendicazioni, l’apertura dello stato di agitazione di tutti i lavoratori dell’AdSP del M TC ex art. 17, comma 2 della legge 84/94 e contestualmente l’avvio di una campagna informativa di tutti i lavoratori dei porti del sistema MTC nel quale individuare, in assenza di segnali concreti da parte dei destinatari della presente, le forme di mobilitazione più opportune nei termini e con le modalità consentite dal vigente Ccnl dei porti e dalla legge.

/ Le Segreterie Regionali

FILT-CGIL                FIT-CISL               UILTRASPORTI

Convertino               Formisano                       F. Gigli

PASSWORD RESET

LOG IN