Federazione Italiana Lavoratori Trasporti

banner
Certificazione di malattia Lavoratori Marittimi
,

Certificazione di malattia Lavoratori Marittimi

SHARE
Certificazione di malattia Lavoratori Marittimi

Napoli, 12 marzo 2020

Segreterie Regionali Campania e Liguria

In merito al rifiuto sia dei SASN che dei Medici di base competenti di certificare la malattia complementare ed ai gravissimi problemi di ordine pubblico che ne stanno derivando e che ci sono stati segnalati, rappresentiamo quanto segue.

Siamo venuti a conoscenza di un protocollo d’intesa stipulato tra l’INPS e il Ministero della Salute che affiderebbe ai medici di base la certificazione e l’erogazione dell’indennità per malattia complementare, violando, di fatto, le disposizioni di legge.

Alla luce di ciò, le Segreterie Regionali FILT CGIL , Campania e Liguria, in contrasto con il comportamento della Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria presso il Ministero della Salute, sono intervenute con forza sui dirigenti responsabili dei SASN a livello regionale e a livello centrale, per chiedere l’applicazione immediata di quanto previsto dalla legge, che nessun protocollo ha il potere di derogare, al fine di risolvere una situazione di disagio e confusione che sta degenerando in proteste non governabili, peraltro in presenza di una straordinaria situazione di gravità che sta vivendo il paese.

Siamo in attesa di una definitiva risoluzione che dovrebbe arrivare nel tardo pomeriggio, come chiesto ai Dirigenti del SASN.

In caso contrario, saremo costretti a denunciare l’accaduto alle Prefetture competenti.

LE SEGRETERIE REGIONALI FILT-CGIL CAMPANIA E LIGURIA

Napoli, 12 marzo 2020


Napoli, 13 marzo 2020

Segreteria Regionale Campania

Dando seguito all’informativa di ieri sulla problematica che sta coinvolgendo i lavoratori marittimi, relativa alla certificazione di malattia, comunichiamo che, come già avevamo ipotizzato, in assenza di soluzioni prospettate dagli Enti preposti siamo stati costretti ad interessare direttamente della vicenda Sua Eccellenza il Prefetto della città di Napoli, dott. Marco Valentini.

Al Prefetto abbiamo consegnato il quadro della situazione che, oltre a creare gravi disagi agli stessi lavoratori, sta generando un disordine con risvolti che, se non si interviene rapidamente, può assumere una dimensione fuori dal controllo e potrebbe avere un riflesso sulla salute e sull’ordine pubblico.

Le indicazioni che ci sono state prospettate, alla luce anche del ricorso al TAR proposto dai medici generici di base e della loro ferma opposizione al rilascio delle certificazioni, prevedono una soluzione di medio tempore che vede ancora in capo ai SASN la competenza al rilascio delle certificazioni per la malattia complementare.

Pertanto il Prefetto ha attivato i vertici della Sanità ed ha convocato, per oggi alle ore 12,00 il vertice del SASN Campania e Sardegna.

Riteniamo, quello della Direzione Generale del SASN, un disimpegno immotivato a svolgere le proprie mansioni esponendo ad un danno economico i lavoratori oltre a quello di contagio che tutto il Paese sta affrontando.

Ciò mentre da ogni parte della cittadinanza si leva ad alta voce un grido di ringraziamento per i lavoratori dei trasporti per il coraggio dimostrato andando al lavoro, comunque con le dovute e obbligatorie prescrizioni di prevenzione, affinché il nostro Paese non si blocchi e vengano meno i rifornimenti e i trasferimenti.

Restiamo in continuo contatto con tutte le Istituzioni fino a che questo deprecabile, quanto evitabile, e ulteriore intoppo si risolva senza aggravi per i lavoratori e la cittadinanza.

Napoli, 13 marzo 2020

La Segreteria Regionale FILT-CGIL  CAMPANIA

PASSWORD RESET

LOG IN